Bocconcini di pesce spada

Come fritti e invece… Aperitivo sontuoso!

Come ho già spiegato io cucino il pesce in modo molto semplice, per preservare questa preziosa materia prima che ho la fortuna di poter avere fresca di giornata. Il pesce spada ha un sapore più delicato del tonno, lo preparo per lo più alla griglia accompagnato a volte con un poco pesto di basilico.

L’altra sera avevo una trancia in esubero rispetto ai ‘commensali’ e così ho deciso di prepararla impanata, ma, per non friggere, l’ho cotta al forno con veramente pochissimo olio. Quindi ho sbattuto 2 uova con due cucchiai di trito di prezzemolo e aglio, una presa di sale e una di pepe. Vi ho immerso il pesce che avevo tagliato a cubetti.

Li ho passati nel pane grattato e disposti sulla teglia foderata di carta forno. Ho portato la temperatura del forno a 200 gradi e solo allora ho infornato per circa 8 minuti, giusto il tempo che la panatura si colorasse.

Sono buonissimi, con o senza il succo di limone. L’aperitivo poi è diventato un golosissimo antipasto!

Spazzolati in un nano secondo!