Spigola e verdure

Ora aggiungo l’acqua e metto sul fuoco.

Capita in questi giorni di arrivare un pò ‘lunga’ per la cena. E’ incredibile quanto poca ci voglia perché il tempo si restringa invece di allargarsi.

Comunque anche stasera alle 19,30 … nessuna pignatta era ancora sul fuoco.

L’idea era di cuocere in forno il pesce, in questo caso la spigola, con le verdure e gli aromi. Ma avrei avuto bisogno tra preparazione e cottura di almeno un ora e mezza. Troppo tardi. Allora ho ripiegato in una cottura più veloce e ugualmente sana, con l’uso della mia adorata pesciera.

Ho quindi sistemato il pesce sul fondo, ho condito con poco sale grosso, una manciata di pepe nero, una spruzzata di aceto. Ho pelato e tagliato in quattro qualche patata e qualche carota, ho aggiunto una cipolla tagliata in due. Ho coperto con l’acqua e messo su a fuoco medio.

Il tempo di metterci in libertà e apparecchiare, stappare una bottiglia di vino, affettare il pane e le verdure erano pronte. Le ho levate e tenute in caldo in una pirofila. Circa dieci minuti dopo era pronta anche la spigola, l’ho tirata su e pulita. A tavola!

Scusate avrei dovuto fotografarla una volta servita nel piatto… ma era buonissima!