La Baguette…

I puntini sono doverosi perché è un primo tentativo.

Oggi al super ho visto che cuocevano le baguette precotte nel forno elettrico. Sono un paio di settimane che in un modo o in un altro la baguette incrocia la mia strada. Così ho cominciato a documentarmi.

La cosa che ho capito subito è che tra lievitino e il filoncino pronto da infornare ci vogliono 4 lievitazioni, tutte ‘al raddoppio’. Le incisioni si fanno con una lametta. Non c’è olio nell’impasto, solo farina, acqua,lievito e sale. Ho trovato ricette di maestri panificatori, ultra dettagliate e impossibili da replicare in casa. Poi ci sono quelle che io chiamo approssimative, che si fanno in casa ma non sono molto convincenti: una addirittura parlava di lievito istantaneo o quello per dolci!

Come al solito ho provato a miscelare un pò ‘le carte’ e vedere che cosa succede. Per ora il profumo è incoraggiante , certo sulla forma e le incisioni devo migliorare. Però se già oggi l’impasto è giusto, il più è fatto. Comunque io gli affettati e i formaggi gli ho acquistati….casomai la azzeccassi stasera la cena sarà alla francese!!

Pronti……via!

500 gr. di farina manitoba

35 gr. di lievito madre essiccato (o un panetto di lievito birra fresco)

12 gr. di sale

375 ml. di acqua

Per prima cosa ho preparato tutti gli ingredienti sulla spianatoia. Poi in una ciotola ho messo tutto il lievito poco meno della metà della farina e ho miscelato parte dell’acqua con una forchetta, sino ad ottenere un piccolo impasto molto molle (lievitino). L’ho messo in forno spento per circa un ora sinché è raddoppiato e ha fatto le bolle.

Questa volta niente impastatrice, avevo voglia di impastare. Così ho sciolto il sale nell’acqua rimasta, ho messo la farina avanzata sulla spianatoia e poi ho unito il lievitino. Ho impastato per 10 minuti buoni aggiungendo l’acqua poco per volta, aiutandomi anche con una spatola.

Alla fine ho ottenuto un impasto un pò appiccicoso ma uniforme. L’ho messo in una grande ciotola dentro il forno spento ed ho aspettato che raddoppiasse. Ci sono volute meno di due ore.

Primo raddoppio.

A questo punto ho ripreso l’impasto con le mani e l’ho sgonfiato per bene. Ho rifatto la palla e messa di nuovo a raddoppiare. Questa volta c’è voluta un ora scarsa. Ho ripreso l’impasto e l’ho diviso in quattro.

Ho formato le quattro baguette, più o meno, le ho messe nella teglia foderata di carta forno e ho aspettato che raddoppiassero per l’ultima volta.

Ultimo raddoppio.

Passato il tempo necessario con una lametta ho praticato le incisioni trasversali ed ho infornato a 190 gradi (il forno già a temperatura) per circa 25/35 minuti. Una decina di minuti prima di sfornare le ho spennellate con olio extravergine di oliva.

Come ho detto il profumo era invitante, il sapore e la croccantezza pure. Ma credo che l’impasto vada lavorato ancora di più quindi la prossima volta userò l’impastatrice. Bonsoir e bon appetit!!!!

2 risposte a "La Baguette…"

  1. ricetta quasi uguale provata due o tre volte…. sempre impastata con impastatrice.le prime volte discreta,ma la mia fretta solita ha fatto si che utilizzo questa ricetta per fare un ottimo pane lievitato solo due volte ed in un unico pezzo!!un abbraccio

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.